function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};

Altri articoli
di 0
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Luna e Marte nuove mete
di imprenditori visionari
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Quei pochi cristiani in Iraq
tra le macerie di sé stessi
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Predicatori e Stato islamico
tra i guerriglieri della costa
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il mondo ha 44 sovrani
ma i "regni" contano poco
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Un viaggio tra i popoli
sull'idea del nuovo inizio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Una Greta, tante Grete
per difendere l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni
DIARIO di Giuseppe Zois
Meglio portarsi in dote
un'alta dose di equilibrio
Giuseppe Zois


Caro Diario,
siamo arrivati all’ultimo km della lunga e un po’ stanca corsa per il rinnovo dei poteri comunali, dopo la campagna elettorale più lunga della storia recente. È vero, come dice sarcasticamente qualcuno, che il voto è un intervallo tra una partita e l’altra, perché le competizioni non finiscono mai, ma stavolta all’origine del ritardo c’è stato il fuorirotta della pandemia. Il mutevole stravirus, ora anche in variante giapponese, non si rassegna a mollare la presa e ora traballano un’altra volta anche le Olimpiadi del Sol Levante.
QUEL TALE accidente targato nr. 19 ha imposto un avvicinamento alle urne molto diverso rispetto alla tradizione, che pure era parecchio cambiata nel tempo, perché così vuole la modernità. Finito di fatto, dopo lungo crepuscolo, il comizio, con il contatto diretto tra elettori e candidati, ed essendo in caduta anche i "santini", ormai si viaggia via radio-tv, media cartacei, streaming e soprattutto social. Nessuna nostalgia per i galoppini, sono figure leggendarie entrate nel folclore, con "straordinari" soprattutto nelle scadenze comunali, dove conta e rimane ancora decisivo il fattore "P" della persona che si candida.
NON È DIVENTATO più facile, comunque, il compito di scegliere nella moltitudine degli aspiranti, ammirevoli ad impegnarsi nel pubblico per la comunità del proprio territorio. Non viviamo momenti entusiasmanti nella dedizione che va sotto la bandiera del "senso civico". La macchina di Municipi e CC si è fatta più complessa, richiede applicazione, sacrificio, preparazione, a partire dall’incomprensione, dalla facile berlina e dall’essere sotto costante tiro mediatico, specie nelle città. Non è irrilevante il caso di Comuni dove partiti storici per questa tornata non sono riusciti a far fiorire una rosa di nomi pronti a spendersi per un’Idea e un Ideale.
SE C’È UN AUGURIO da rivolgere a ogni candidato che si è messo in gioco, soprattutto in un’epoca caratterizzata dalla dismisura, è quello di portarsi in dote molto equilibrio, da non confondere con l’equilibrismo, che è ben altro. Viviamo inondati in continuazione da un mare di parole, promesse e aspettative da verificare nella pratica, navigando fra preoccupazioni di ogni sorta. Si avverte un bisogno diffuso di buon senso, che si traduce nel realismo sempre attuale e saggio del "passo secondo la gamba". Diventa ancora più importante ritrovare l’equilibrio interiore tra un passato e un presente difficili da capire e volgere in nuova progettualità. Equilibrio nella teoria e nell’azione, nel rinnovarsi con prudenza, nell’inseguire il futuro quanto basta e nello starne riparati quanto è necessario per non sbandare e finire fuori strada.
10-04-2021 22:00

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Londra,
omaggio
al principe
Filippo

La polveriera
Belfast
pronta
a scoppiare

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00