Giampaolo Cereghetti
Immagini articolo
'In giovani e anziani
vedo tratti in comune'
MASSIMO SCHIRA


Da quando è andato in pensione, giusto un anno fa, non ha smesso di… lavorare. Perché dal ruolo di direttore "storico" del Liceo Lugano 1 si è trovato catapultato a quello di presidente dell’Associazione ticinese terza età (Atte), carica che - dice - gli è "caduta addosso". L’Atte è un’associazione che conta circa 13mila membri, occupa oltre 600 volontari, organizza innumerevoli attività, gestisce centri per gli anziani e anche i corsi universitari per la terza età. Ma la mole di lavoro che gli si è presentata davanti non ha certo spaventato Giampaolo Cereghetti, che, anzi, sta affrontando la sfida con molta energia e particolare grinta. "In questo mio primo anno di pensione ho già potuto notare un aspetto interessante - racconta il 66enne al Caffè -. E cioè che giovani e anziani hanno tratti in comune. Invecchiando si recuperano atteggiamenti e sensibilità che, magari, durante il percorso lavorativo sono stati un po’ messi da parte. Atteggiamenti che, però, sono già stati vissuti da bambino. Penso alla sincerità e alla disponibilità ad entusiasmarsi".
Tra le grandi sfide della società moderna, anche in Svizzera, l’invecchiamento della popolazione è  quella che riserva forse il maggior numero di incognite. "Si tratta di una novità praticamente assoluta - commenta Cereghetti -. Nessuna società ha mai vissuto un’evoluzione demografica come quella attuale. Ci si avvia infatti verso una quota di popolazione anziana di un quarto rispetto al totale. A tutti i livelli, è un’esperienza che deve essere maturata. Anche perché il concetto di anziano, oggi, è molto più ampio che in passato. Penso ad esempio alla categoria a cui appartengo anche io, quella dei cosiddetti giovani anziani. Che, se sono in salute, sono molto dinamici, attivi, anche iperattivi. E possono essere utilissimi alla famiglia e alla comunità". Di questo dinamismo negli "over 65", Cereghetti nel suo nuovo ruolo si è immediatamente reso conto di persona, ancor prima di entrare a far parte del "club". Quando ha preso le redini dei corsi Uni3, l’università della terza età. "Questi corsi toccano un po’ tutti i grandi settori del sapere - conferma -. Dalle lingue alle letterature, dalle materie scientifiche a quelle umanistiche (molto apprezzate dalle donne) come la filosofia. Per l’Atte, che ormai ha raggiunto le dimensioni di una piccola-media azienda, questa attività costituisce una fetta impegnativa del programma annuale, basti pensare che, solo per il semestre autunnale, che inizia tra poco, sono circa 50 i corsi organizzati. Con un totale tra 5 e 6mila iscritti. Negli anziani a volte vedo un dinamismo che, senza voler troppo categorizzare, può essere molto utile come antidoto ad una certa apatia giovanile".
E, infatti, quello dell’intergenerazionalità è uno dei "temi caldi" sul tavolo del presidente Cereghetti. Uno di quelli, del resto, che gli stanno particolarmente a cuore anche per la lunga esperienza professionale tra i banchi del liceo di Lugano. "Tra gli scopi dell’Associazione c’è la promozione della prevenzione primaria tra gli anziani - aggiunge -. Un’espressione che, in pratica, significa ritardare il più possibile la perdita di autonomia delle persone. Un obiettivo che cerchiamo di perseguire attraverso le attività nei centri diurni, che spaziano dal pranzo in compagnia al torneo di bocce, dall’uscita in gruppo alla conferenza. In questo anche i giovani penso possano assumere un ruolo importante, perché il desiderio di conoscere e mettersi in gioco può senza dubbio essere condiviso. Per questo cerchiamo di stimolare questa collaborazione intergenerazionale". Non a caso, tra gli ospiti della prossima giornata cantonale dell’anziano, in programma il 12 ottobre ci saranno anche studenti dei licei cantonali. "Il titolo della giornata mi pare eloquente - conclude Giampaolo Cereghetti -: ‘La curiosità non invecchia’".
27.08.2017


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

Gli ospedali diventano
cliniche specializzate
L'INCHIESTA

Il successo di Airbnb
infastidisce gli hotel
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Niente video porno
tra i caffè americani
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
I giganti del mercato
condizionano gli Stati
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La silente resistenza
del Califfato islamico
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
09.12.2018
Nuovo orario 2019 per i mezzi di trasporto pubblico in Ticino [www.ti.ch/trasporti]
07.12.2018
Concorsi scolastici 2019/2020 - è aperto il concorso per la nomina e l'incarico di docenti e operatori
06.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2018
05.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2018
05.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2018
05.12.2018
Aggiornati i dati su consumo e produzione di energia in Ticino consultabili nel portale dell'Osservatorio ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
30.11.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2018
29.11.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2018
28.11.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 10 dicembre 2018.
26.11.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

La Cina
rilancia
la "Corsa
alla Luna"

Strage
di Corinaldo:
la discoteca
era sovraffollata